Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Islamabad chiede risposte chiare sul blitz di Abbottabad

Il Pakistan restituirà la coda dell’elicottero dei Navy Seals


Il Pakistan restituirà la coda dell’elicottero dei Navy Seals
17/05/2011, 15:05

ISLAMABAD - Il Pakistan ha acconsentito a restituire agli Stati Uniti la coda dell’elicottero impiegato durante il raid di Abbottabad, abbandonato dai Navy Seals a causa di un’avaria. È questo uno dei risultati della visita a Islamabad della delegazione Usa, guidata dal senatore democratico John Kerry, che ha definito la decisione quale parte di “una specifica serie di passaggi” volti a ridurre il clima di sospetto tra i due Paesi a seguito dell’uccisione di Osama Bin Laden. L’uccisione del capo di Al Qaeda è stata al centro dei colloqui di Kerry con le autorità pakistane. Una serie di incontri che potrebbero influenzare la volontà degli Stati Uniti di continuare a fornire miliardi di dollari di aiuti a un alleato che molti, a Washington, accusano di dare rifugio ai terroristi e ai militanti talebani.
“Lo scopo della mia visita non era certo di scusarmi per quello che considero uno storico trionfo contro il terrorismo”, ha detto Kerry, che a Washington presiede il Comitato Esteri del Senato, in relazione al raid di Abbottabad. Ma, ha aggiunto, “episodi isolati, non importa quanto importanti, non possono mettere a rischio una relazione così ampia”. Negli incontri avuti a Islamabad, ha spiegato Kerry, gli Stati Uniti e il Pakistan hanno concordato su una specifica serie di passaggi che verranno implementati per rimettere il linea le relazioni tra i due Paesi. Primo passaggio della roadmap, appunto, la restituzione della coda dell’elicottero perso dal commando Usa la notte del raid a causa di un’avaria . I Navy Seals avevano provveduto a distruggere il velivolo, per non rivelare preziosi segreti della tecnologia Usa, ma la coda era rimasta intatta e le foto avevano fatto il giro del mondo. Nonostante però la sorta di intesa che i due Paesi sembra abbiano trovato, la vicenda del blitz delle forze statunitensi contro Osama Bin Laden è il “superamento di una linea rossa” e ha prodotto uno scontro con il Pakistan sul quale oggi il governo di Islamabad “chiede risposte chiare”, pur essendo pronto a “guardare avanti”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©