Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Papa Bergoglio ringrazia i fedeli di lampedusa

Il Papa a Lampedusa:"Siete un grande esempio di solidarietà"

Il Papa : "Era mio dovere essere qui"

Il Papa a Lampedusa:'Siete un grande esempio di solidarietà'
08/07/2013, 15:48

LAMPEDUSA –“ Vi saluto tutti e ringrazio per l'accoglienza, tutti siamo qui oggi nella preghiera e anche per questo non ho parlato. E' per questo che oggi sono qui. Grazie, grazie", questo l’accorato saluto di Papa Francesco durante il suo incontro con i giovani migranti che hanno salutato il Santo Padre nel giorno del loro arrivo a Lampedusa.  Si è concluso da poco il viaggio di Papa Francesco  sull’isola Giunto intorno alle 9,00 si è diretto  verso le acque dell’isola per officiare il suo pensiero alle vittime del mare, gettando una corona di fiori di crisantemi bianchi e gialli  con in sottofondo delle sirene dei pescatori. "Noi siamo fuggiti dal nostro Paese per due motivi, politico e economico, per arrivare in questo luogo tranquillo abbiamo superato vari ostacoli, siamo stati rapiti da vari trafficanti. Per arrivare qui in Italia abbiamo sofferto tantissimo", queste le parole degli uomini e delle donne che hanno raggiunto le coste siciliane e che hanno voluto far arrivare la propria gratitudine a Sua Santità.

Papa Francesco ha celebrato la Santa Messa e ha voluto spiegare i motivi di un viaggio inconsueto e mai avveratosi: “ Ho sentito che dovevo venire qui oggi a pregare, a compiere un gesto di vicinanza, ma anche a risvegliare le nostre coscienze perché ciò che è accaduto non si ripeta. Non si ripeta per favore. La cultura del benessere che ci porta a pensare a noi stessi, ci rende insensibili alle grida degli altri, ci fa vivere in bolle di sapone, che sono belle, ma non sono nulla, sono l'illusione del futile, del provvisorio, che porta all'indifferenza verso gli altri, anzi porta alla globalizzazione dell'indifferenza”.  Ai cittadini di Lampedusa poi ha detto : “Voi siete una piccola realtà, ma offrite un esempio di solidarietà! Grazie". Alla Santa Messa   erano circa diecimila le persone che hanno pregato con Papa Francesco nel campo sportivo di Lampedusa, secondo le fonti della sala stampa vaticana. Con queste parole : “ Grazie per questa testimonianza, il Signore vi benedica e vi aiuti a proseguire in questo atteggiamento tanto umano quanto cristiano”, Papa Francesco ha salutato i fedeli per poi dirigersi verso la Capitale.

 aggiornamento a cura di R.A






LAMPEDUSA – Un viaggio che resterà nella Storia quello voluto da Papa Bergoglio in visita oggi nell’isola di Lampedusa, simbolo dell’immigrazione e delle morti innocenti nel mare.
Il Pontefice è atterrato  da poco sull’isola siciliana, poi si dirigerà verso  Cala Pisana.Il programma di Papa Francesco prevede un ulteriore spostamento, da Cala Pisana Sua Santità si muoverà verso il mare per pregare, lanciando una corono di fiori nelle acque, per tutte le vite diperse nel mare.Un segnale di apertura e di confronto: questo rappresenta oggi la venuta di Papa Francesco sull’isola di Lampedusa.
Secondo il programma,  il Pontefice andrà a visitare i  centri di accoglienza, poi celebrerà la Santa Messa con la finalità di “rimettere i peccati”, per la sacra funzione saranno usati i paramenti sacri viola.
Notizie recenti, affermano che in giornata è possibile l’arrivo di un nuovo barcone con a bordo 166 persone, come riferisce la Guardia di Finanza e la Capitaneria di porto.
Il popolo di Lampedusa attende con  fede e trepidanza l’arrivo del Pontefice, certi che il viaggio del Santo Padre porterà a galla nuovamente l’attenzione dei problemi che vive l’isola.
Intanto dalle istituzioni giungono segnali di apertura, il presidente della Camera Laura Boldrini ha sottolineato la necessità di rafforzare soccorso in mare.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©