Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Visita di Benedetto XVI nel Paese dei cedri

Il Papa in Libano chiederà cessazione spirale di violenza

Il primo ministro libanese: "una visita storica"

Il Papa in Libano chiederà cessazione spirale di violenza
13/09/2012, 15:32

BEIRUT – Il primo ministro libanese, Najib Miqati, ha definito  il prossimo viaggio del pontefice nel Paese dei cedri "Una visita storica". Benedetto XVI  si tratterrà per tre giorni in Libano  per annunciare una esortazione apostolica postsinodale ai cristiani del Medio Oriente.

"Sua Santità ha scelto il nostro Paese per annunciare la sua esortazione apostolica poiché è convinto del ruolo del Libano nella regione in cui si trova e nel resto del mondo", ha affermato  Miqati, in esclusiva ad Aki- Adnkronos International.

Il Libano, ha continuato il premier, "ha una sua esperienza unica" e, in questo senso ha sottolineato, Benedetto XVI "rinnova un atto di fede verso questo Paese, che è stato e resterà un punto di incontro e di interazione tra le civiltà e le culture e un modello luminoso di convivenza tra musulmani e cristiani".

Nella sua visita,  Papa Benedetto XVI, atteso già per domani ,  chiederà che cessino i rifornimenti di armi ai belligeranti in Siria.  Lo ha anticipato stamani il patriarca cattolico-maronita Bishara al Rai, parlando dalla sede patriarcale di Bkerke a nord di Beirut.

Citato dall'agenzia nazionale libanese Nna, Rai ha affermato che il Papa "invocherà la cessazione della spirale di violenza e dell'odio" in Siria e "chiederà a coloro che finanziano o armano gli uni e gli altri di smettere di farlo".  In un Libano che per 29 anni è stato sotto la tutela militare e politica siriana e che tenta di non esser influenzato negativamente dal conflitto nel vicino Paese arabo, c'è grande attesa per le parole che il Santo Padre pronuncerà riguardo alla questione siriana e alla sorte delle numerose comunità cristiane della Siria.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©