Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Il Pascale in cattedra a Zurigo 60 allievi di 22 nazionalità


Il Pascale in cattedra a Zurigo 60 allievi di 22 nazionalità
02/12/2019, 10:39

Promosso da Nicola Normanno, ricercatore dell’Istituto dei tumori di Napoli un corso avanzato in oncologia. Presentati alcuni casi clinici dell’Irccs partenopeo.

Migliorare le conoscenze degli oncologi sulle nuove tecnologie per selezionare la terapia più adeguata per ogni paziente: è la mission del corso avanzato organizzato a Zurigo da Nicola Normanno, capo dipartimento della Ricerca Traslazionale del Pascale. Sessanta i ricercatori di 22 nazionalità con un’età media di 33 anni, che vi hanno preso parte. Al centro del corso: la misurazione dei biomarcatori e il loro ruolo nella medicina di precisione in oncologia. Utilizzando queste caratteristiche del tumore, in maniera appropriata, è possibile, infatti, selezionare la terapia più adeguata per ogni singolo paziente.

<In particolare – spiega Nicola Normanno – al corso, promosso insieme con Fabrice Andrè del Gustav Roussy Hospital di Parigi, sono stati presentati alcuni casi clinici dell’Istituto dei tumori di Napoli in cui l’impiego di tecniche di ultima generazione per l’analisi dei tumori e della biopsia liquida ha consentito di fornire ai pazienti terapie innovative>.

<Il Pascale - dice il direttore generale dell'Istituto, Attilio Bianchi - fa scuola nel mondo tanto sul piano clinico che scientifico ponendosi al vertice di un crescente interesse mondiale>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©