Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Presentate due proposte di legge della Lega e di un ex An

Il Pdl vuole staccare la Romagna dall'Emilia


Il Pdl vuole staccare la Romagna dall'Emilia
27/04/2010, 14:04

ROMA - In attesa di staccare il Nord Italia dalle altre regioni, Pdl e Lega provano a "rompere" una delle più grandi regioni rosse d'Italia, cioè l'Emilia Romagna. Ecco che il leghista Gianluca Pini e il finiano Enzo Raisi presentano - ognuno indipendentemente dall'altro - ciascuno una proposta di legge per staccare le province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, per creare una nuova regione Romagna, indipendente dal resto che costituirebbe l'Emilia. Secondo Raisi è una scelta normale, dato che lui ha ricevuto numerose istanze di questo genere provenienti dal territorio. Anche perchè la Romagna viene mantenuta - secondo l'ex An - più povera del resto dell'Emilia, con il reddito procapite che è inferiore di circa un quarto, rispetto al resto dell'Emilia. Inoltre la storia delle due parti è differente, dato che la Romagna ha fatto parte per secoli dello Stato Pontificio.
Naturalmente sarebbe curioso sapere di tutta questa vicenda cosa ne pensano i cittadini dell'Emilia Romagna. Personalmente io non ho mai visto i romagnoli chiedere la secessione. Per carità, molti di loro hanno l'orgoglio del territorio, di essere romagnoli; ma non li ho mai visti chiedere la secessione. In ogni caso, se il progetto dovesse andare avanti, sarà semplice verificare: è una legge costituzionale, che quindi richiederà un sì da parte della maggioranza dei riomagnoli che decideranno di andare a votare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©