Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La proposta della Hydra immobiliare alla giunta regionale

Il "piano casa" serve a Berlusconi per 22 bungalow a Villa Certosa


Il 'piano casa' serve a Berlusconi per 22 bungalow a Villa Certosa
19/05/2010, 11:05

CAGLIARI - E così si scopre a cosa serviva il "piano casa" approvato dalla giunta regionale sarda in fretta e furia, con norme arraffazzonate e confuse. Le norme sono tali che solo 22 domande sono state presentate, ed una di queste è della Hydra immobiliare, una società controllata direttamente da Silvio Berlusconi. Questa domanda di modifica prevede un ampliamento di Villa Certosa, la villa del Presidente del Consiglio, con la costruzione di 22 bungalow, lontane dal corpo principale della villa stessa. Probabilmente sono destinate ad escort o altri cortigiani che andranno a trovare il premier nella sua residenza.
Questo ampliamento è possibile solo grazie alle norme adottate dalla Giunta Cappellacci, perchè quelle approvate dalla precedente giunta Soru proibivano altri ampliamenti. Anche se Berlusconi, come è solito fare, aggirò il divieto, facendo fare i lavori dal Sisde ed imponendo su di essi il segreto di Stato, in modo da renderli extra legem.
Le altre domande presentate sono quelle relativi ad hotel di lusso e ville situate entro il limite di 300 metri dalla spiaggia che chiedono di ampliarsi; mentre nessuna domanda è stata fatta per case familiari per "costruire la camera del bambino in arrivo", come disse Berlusconi alla presentazione della legge quadro sul piano casa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©