Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La ricerca conferma: generano forte dipendenza e stress

Il Poker on-line e il win for life sono dannosi per la salute


Il Poker on-line e il win for life sono dannosi per la salute
25/01/2010, 19:01

NAPOLI - E qualcuno potrà subito chiosare con considerazioni del tipo:"Lo abbiamo sempre saputo". In ogni caso Paola Vinciguerra, psicologa e psicoterapeuta nonchè presidente dell'Eurodap (Associazione Europea Disturbi da attacchi ossessivo-compulsivi), coferisce tono di scientificità alla "teoria" secondo la quale il gioco d'azzardo fa realmente e pesantamente male alla salute mentale; creando dipendenza e favorendo atteggiamenti ossessivo-compulsivi. Al di la delle considerazioni spicciole e banali, però, occorre riflettere su un dato molto interessante messo in evidenza dallo studio della psicologa.
Su un campione di 400 intervistati, infatti, circa il 60% considera il "Win for life" un gioco come tanti, il 30% lo definisce "eccitante" e solo un magro 10% definisce il gioco per quello che realmente è e cioè "pericoloso e manipolatorio".
Il problema è dunque l'incosapevolezza con la quale la stragrande maggioranza delle persone si avvicinano a questa tipologia di "biglietto per la rendita vitalizia".
Il mix dovuto alla martellante pubblicità (che oramai impazza anche sul web) che ci spinge a desiderare beni di ogni genere e quindi maggiori disponibilità liquide, all'illusione di una vincita relativamente semplice che ci garantisce addirittura 6000 euro al mese per 20 lunghi anni e la fortissima crisi economica globale, risulta dunque letale per una quantita non sottostimabile di individui. Basti pensare al fatto che, ad esempio, proprio a causa della crisi e del "dimagrimento" degli stipendi accompagnato all'incremento della disoccupazione, la vendita di gratta e vinci sia aumentata del 40%. In binomio infondo è semplice: meno soldi si hanno e più ci si affida alla Dea bendata.
Le società che muovoni i fili dei vari "poker on-line" e gratta e...perdi, lo sanno benissimo e per questo, se si presta un po' d'attenzione, si nota quanto sia incredibilmente aumentato il numero di avvisi pubblicitari riguardi proprio lotterie vitalizie e gichi d'azzardo on-line. Un esempio? Fate un salto sul sito www.gazzetta.it. In home page e quindi in bella vista, c'è un avviso che recita "Lo spettacolo del Texas Hold’em su Gazzetta.it" e poi lo slogan "Segui live il tavolo dell'European Poker Tour di Deauville".
In pratica Poker Texas Hold'em, iper propagandato anche su Sky, è divenuto a tutti gli effetti uno sport. Ed un gioco di carte (d'azzardo) che viene considerato come una nuova disciplina sportiva è decisamente l'emblema di quest'epoca pigra, consumistica e cialtrona.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©