Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A palazzo di Governo

Il Prefetto consegna le onorificenze al merito


.

Il Prefetto consegna le onorificenze al merito
01/10/2012, 15:59

NAPOLI - Ore 11 appuntamento a palazzo di Governo, a piazza del Plebiscito: qui il prefetto, Andrea De Martino ha consegnato il diploma della onorificenza al merito a tutti i cittadini della provincia di Napoli che si sono distinti per particolari benemerenze.

“Questi cittadini sono uno spaccato delle migliori energie della nostra terra e rappresentano le stesse forze che il 1 ottobre del 1943 riuscirono a liberare Napoli, prima tra le grandi città europee a liberarsi dal nazifascismo e a riscattare la propria dignità”, ha ricordato De Martino.

L'occasione di questa mattina è stata utile al numero uno del Palazzo di Governo anche per sottolineare la necessità di in impegno congiunto delle forse dell'ordine, delle istituzioni e dei cittadini per combattere la criminalità organizzata. “Per liberare Napoli dalla schiavitù della criminalità organizzata dobbiamo batterci non solo militarmente, ma anche civilmente”, ha specificato il Prefetto indicando come alleati fortissimi nella lotta i sindaci. Ai cittadini, invece, ha chiesto di voltare le spalle alla criminalità con comportamenti virtuosi e legali.

Tra gli insigniti delle onorificenze, il parroco anticamorra don Luigi Merola e i capi di Gabinetto delle Questure di Napoli e Caserta Rosaria Amato e Gaetano Cupello. E’ stata, inoltre, anche consegnata la medaglia d'oro al valore civile alla memoria a Giuseppe Minopoli, la guardia giurata uccisa in un locale pubblico da due rapinatori.

"Porterò con me - ha concluso il prefetto, annunciando che tra qualche settimana lascerà Napoli per andare in pensione - questo ricordo come simbolo di gesti di generosità degli italiani e modello da seguire nel prosieguo della mia esistenza”. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©