Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Presidio Ospedaliero di Castiglione diventa “Ospedale Costa D’Amalfi”


Il Presidio Ospedaliero di Castiglione diventa “Ospedale Costa D’Amalfi”
04/10/2011, 14:10

Con la deliberazione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona n. 630 del 19 settembre 2011, a firma del direttore generale dott. Attilio Bianchi, il presidio ospedaliero di Castiglione di Ravello diventa ufficialmente “Ospedale Costa d'Amalfi”.

Il direttore con quest’atto, ha dato seguito ad una richiesta proveniente dalla Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi presieduta dal Sindaco di Maiori, Antonio Della Pietra.

“La nuova denominazione – si legge nella richiesta della Conferenza dei Sindaci - risulta essere prerogativa indispensabile per un Ospedale collocato in una zona quale quella Costa D’Amalfi, ad altissima vocazione turistica.”

La proposta di cambiamento della denominazione, che ha portato a questo ulteriore passo in avanti della Sanità in Costiera Amalfitana, è partita dall’Amministrazione Comunale di Ravello che, grazie al costante impegno del suo delegato alla Salute, dott. Franco Lanzieri, porta a casa un altro grande risultato.

“La nuova denominazione – spiega Lanzieri – ha sicuramente molteplici risvolti positivi sia per il turismo che per l’economia di tutto il territorio ma soprattutto ci fa stare più tranquilli per il futuro. Il nome “Ospedale Costa D’Amalfi – continua - da sicuramente maggior prestigio alla struttura e la rende più facilmente difendibile sia a livello regionale che nazionale. Da oggi finalmente, la Costiera Amalfitana può dire di avere il suo Ospedale”.

Soddisfatto anche il Sindaco della Città della Musica, Paolo Vuilleumier: “La Conferenza dei Sindaci – afferma – si sta dimostrando uno strumento fondamentale per affrontare i problemi del nostro territorio. Per l’Ospedale Costa d’Amalfi, così come per la viabilità, la questione rifiuti e le tante altre problematiche che riguardano tutto il nostro territorio non possiamo prescindere dall’ affrontare i problemi in modo collegiale. La partecipazione compatta dei colleghi sindaci all’appuntamento del 2 ottobre scorso in occasione della giornata inaugurale del workshop in preparazione del World Urban Forum - conclude il primo cittadino - è un esempio di ritrovata unità. Su questo stiamo lavorando bene e i risultati si vedono”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©