Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Don Mario morto per le percosse dei suoi aggressori

Il prete ucciso in canonica aveva chiesto protezione


Nella foto don Mario del Becaro
Nella foto don Mario del Becaro
30/12/2012, 11:38

PISTOIA – Don Mario del Becaro, 63 anni, il parroco della chiesa di Tizzana del comune di Quarrata (Pistoia), trovato legato e ucciso in canonica, è stato trovato morto verso mezzanotte e mezzo. È quanto riferiscono i carabinieri che si occupano del caso.
Secondo i primi risultati dell’autopsia Don Mario sarebbe morto a causa delle ripetute e gravi percosse ricevute dai suoi aggressori. Il sacerdote è deceduto a causa di traumi e per una conseguente carenza respiratoria dovuto al fatto che è rimasto legato.
Ancora in corso le indagini dei carabinieri, secondo cui ad aggredirlo sarebbero state più persone in qualche modo legate al passato del parroco. Nella sua missione di prete don Mario, secondo come lo ricordano anche i parrocchiani e all'interno della Curia di Pistoia, non esitava a ospitare temporaneamente senza casa o immigrati senza lavoro. Chi ha picchiato il parroco di Tizzana è riuscito a farsi consegnare da lui, o a trovare, le chiavi della cassaforte, che è stata aperta e vuotata del contenuto. Prese anche le chiavi dell'auto del prete che è stata rubata. Del caso si occupano i carabinieri del comando provinciale di Pistoia coordinati dal procuratore Giuseppe Grieco.
Don Mario era alla guida delle parrocchie di Tizzana e Catena da 26 anni. Nel 2011 aveva celebrato i 25 anni di sacerdozio. Sconcertato per la morte di Don Mario anche il vescovo di Pistoia, Mansueto Bianchi. Don Mario era nato il 10 luglio 1949 a San Benedetto del Tronto e ordinato sacerdote dal 29 giugno 1980 ed era alla guida delle parrocchie di Tizzana e Catena da 26 anni, nel territorio comunale di Quarrata, in tutto circa 1.900 persone. Nell'ottobre dello scorso anno, la comunità parrocchiale lo aveva festeggiato per la sua venticinquennale presenza come parroco.
Sempre da quanto si evince dalle indagini, il parroco di Tizzana aveva chiesto protezione. Dal 18 dicembre scorso, infatti, è in carcere un uomo accusato di aver tentato di estorcere denaro a don Mario Del Becaro. L'uomo, sembra originario dell'est Europa, rientra tra gli obiettivi dell'indagine dei carabinieri. Dopo la denuncia del suo estorsore, don Mario Del Becaro aveva chiesto protezione alle forze dell'ordine e negli ultimi tempi temeva per la sua incolumità.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©