Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Il prezioso elemento", istituti Garibaldi e Pagano: celebrati i 150 anni dell'Unità


'Il prezioso elemento', istituti Garibaldi e Pagano: celebrati i 150 anni dell'Unità
30/04/2011, 12:04

Napoli, 30 aprile 2011 - Il Liceo classico statale Garibaldi e l’Isis Pagano di Napoli hanno celebrato i 150 anni dell'Unità d'Italia nelle scorse ore nella Chiesa Anglicana di Napoli con una iniziativa intitolata “Il prezioso elemento”. Si sono esibiti in un concerto Ilaria Iaquinta, soprano, Giacomo Serra e Nicola Babini.

"Il prezioso elemento" fu la definizione che Giuseppe Mazzini diede alla Scuola italiana da lui fondata a Londra nel 1841, per istruire le centinaia di bambini poverissimi che, reclutati in diverse regioni italiane da persone spesso prive di scrupoli, quasi sempre vagabondavano per le strade di Londra, chiedendo l'elemosina ad infastiditi passanti. Per quasi trent'anni, tra mille difficoltà e contrasti, questa Scuola funzionò anche con gli introiti derivanti da concerti di beneficenza eseguiti da importanti musicisti italiani ed inglesi. Tra questi Luigi Arditi e Alfredo Piatti, dei quali sono stati proposti brani in inglese di rarissima esecuzione in Italia. Inoltre sono stati eseguiti brani - sempre in inglese - scritti in Australia dal filogaribaldino Paolo Giorza in Australia (ed inediti in Italia), nonché la sua celebre "Bella Gigogin", probabilmente il canto patriottico più diffuso in Italia nel periodo risorgimentale. Per concludere due chicche, anche se il dubbio sulla prima è pienamente legittimo. Si tratta, infatti de "L'Inno ai Romani" composto e cantato nel 1849 dal Duce dei Mille Giuseppe Garibaldi. L'altra è l'unica romanza scritta da un grande Italiano, Arturo Toscanini, che nel 1939 s'iscrisse in America - dove viveva in esilio volontario per la sua ferma opposizione al regime fascista - alla Mazzini Society lì fondata da Gaetano Salvemini, Lionello Venturi ed altri esuli di ispirazione repubblicana.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©