Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il processo Ruby è senza prove?


Il processo Ruby è senza prove?
05/03/2011, 17:03

In Tv, quando si parla dei processi di Berlusconi in corso, si parla sempre di "processo Ruby", come se il reato più grave fosse la prostituzione minorile (pena massima 3 anni di reclusione) e non la concussione (pena massima 12 anni di reclusione). Inoltre, soprattutto quando a parlarne è un berlusconiano, il discorso si incentra tutto sulla vicenda della ragazza, come se questa fosse la più grave. Ora, capisco che è più interessante per il gossip, perchè stimola la pruriginosità degli spettatori, ma le cose non stanno così.
Tuttavia, adeguiamoci al gioco, ed esaminiamo questo processo. Anche qui i berlusconiani in TV vanno sul sicuro (l'ultima volta l'ho sentito questa mattina ad Omnibus dal giornalista Bechis): non ci sono prove, è un processo politico, sarà assolto.
Esaminiamo un attimo la situazione, per vedere se è vero, limitandoci a ciò che è uscito sui giornali (non ho sottomano il fascicolo del Pm, ovviamente). Innanzitutto specifichiamo due cose. La prima è che se parliamo, come prova, di una foto che vede Berlusconi e Ruby nudi e a letto insieme, non c'è. La seconda è che nel Codice penale è specificato che non sempre sono necessarie le prove. La condanna c'è anche quando c'è una serie di indizi "gravi, precisi e concordanti", recita il Codice. Ci sono questi indizi? Vediamo.
Innanzitutto abbiamo i tabulati telefonici (non le intercettazioni, attenzione) del cellulare di Ruby, che dimostrano come la ragazza ha passato almeno una decina di notti ad Arcore. Ci è andata per fare una partita a tressette con Berlusconi? Può darsi. Ma a questo punto andrebbero spiegate anche le ingenti somme che Ruby ha avuto regalate per le sue frequentazioni di Villa San Martino. Nonchè gli appunti scritti dalla ragazza, nei quali ha scritto che doveva ricevere da Berlusconi 4,8 milioni di euro e ne aveva ricevuti oltre 170 mila in contanti. Inoltre ci sono le dichiarazioni della ragazza se, come ha detto in TV Nicolò Ghedini, verrà chiamata dalla difesa come teste. Inoltre non bisogna dimenticare che, perchè ci sia il reato di prostituzione, non è necessario che ci siano rapporti sessuali. Basta dimostrare che Ruby è stata pagata anche solo per fare una lap dance, per esempio, o uno spogliarello, perchè il reato sia realizzato.
Riusciranno a dimostrarlo attraverso questi indizi? L'incognita è questa. Perchè gli indizi ci sono. Che siano "gravi, precisi e concordanti", come vuole il Codice Penale spetta al giudice stabilirlo, dopo aver ascoltato tutte le parti. Questo non vuol dire che la colpevolezza di Berlusconi sia sicura; ma neanche che la sua colpevolezza sia certa. Se dovessi scommettere, io punterei sulla prescrizione. Questo reato ha una prescrizione di soli 4 anni, arriva al 2014. Sarà facile per il premier e la sua difesa tenere fermo il processo per questo tempo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©