Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Questore di Napoli: “Per le gare all’estero botteghini chiusi”


Il Questore di Napoli: “Per le gare all’estero botteghini chiusi”
28/10/2011, 15:10

“L’unico sistema di acquisto dei biglietti sarà la vendita on line”. Così il Questore di Napoli, Luigi Merolla, intervenendo sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato in esclusiva alcune dichiarazioni:  “Alla luce del negativo andamento della vendita dei biglietti per la sfida Bayern-Napoli nella giornata di ieri, ed ancor prima per quanto accaduto, lo scorso anno, per la gara con il Villareal, ho deciso di accogliere, in sinergia con il Napoli, la proposta di realizzare una vendita dei tagliandi che avvenga esclusivamente attraverso meccanismi on line. Meccanismi che dovranno però essere raffinati, perchè al momento ci sono ancora molti inconvenienti. Il Napoli aveva già quest'intenzione ed è colpa nostra non averla fatta sviluppare al meglio, per timore che potesse avere luogo una vendita, molto semplificata, di acquisti sconsiderati e poco controllati. L'esigenza di un maggior controllo, allora, ha fatto sì che si continuasse nella normale distribuzione dei ticket: considerando, tuttavia, le enormi aspettative della tifoseria partenopea nei confronti di questi incontri così importanti, se diverse migliaia di persone concorrono all'acquisto di poche unità, è purtroppo inevitabile che si determini il caos. È quanto accaduto ieri, e la Polizia di Stato ha tentato di contenere i disordini. Impiegare 90 agenti e circa 100 stewards per consentire l'acquisto di un biglietto, al di là di ogni risultato organizzativo, è già di per sè una follia in premessa: l'unica strada da intraprendere, pertanto, è quella relativa all'esclusiva vendita on line, che ribadisco andrà raffinata, anche per evitare la piaga del bagarinaggio, spesso legata ad organizzazioni criminali. Stiamo parlando, comunque, di occasioni in cui la Società Sportiva Calcio Napoli ha a disposizione biglietti riguardanti sfide all'estero: in queste circostanze l'accesso allo stadio è libero, il ticket non è nominativo, a differenza di quanto invece preveda la nostra normativa. E questo, da un lato, pone in essere evidenti difficoltà di collegare un biglietto anonimo alla tessera del tifoso, e dall'altro fa sì che ci siano forti margini di approfittamento da parte di personaggi, appartenenti al crimine organizzato, che sfruttano questa situazione e lucrano sulle aspettative dei tifosi napoletani. Pertanto bisognerà garantire gli acquisti a persone singole, che effettivamente siano quelle che si impossesseranno del biglietto, attraverso un sistema più raffinato di esclusiva vendita on line. Per quanto riguarda, invece, le gare interne, il collaudato meccanismo messo in atto dal Napoli, di concerto con la Questura, durante la vendita dei biglietti per Napoli-Bayern, ha avuto una scansione perfetta. Per le gare all'estero, ripeto, bisogna attrezzarsi, ed il Napoli saprà farlo certamente perchè aveva già intenzione di farlo, con un portale più raffinato, che consenta un'apertura dilatata nel tempo e garantisca a tutti di accedervi per riuscire a prenotare e pagare molto velocemente il proprio biglietto, per assorbire così un grosso numero di acquisti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©