Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Stessa decisione per quelle di Dell'Utri e Cosentino

Il Senato dà il via libera all'uso delle intercettazioni di Verdini

Nell'ambito delle indagini sulla cosiddetta P3

Il Senato dà il via libera all'uso delle intercettazioni di Verdini
06/03/2014, 09:11

ROMA - La Giunta per le immunità del Senato, dopo la votazione di ieri, ha dato il via libera per l'uso delle intercettazioni - da parte dei magistrati - in cui sono incappati Denis Verdini, Marcello dell'Utri e Nicola Cosentino nell'ambito della cosiddetta P3. Cioè - secondo l'accusa - una associazione a delinquere creata per pilotare sentenze ed appalti pubblici, oltre a creare dossier contro gli avversari. 

Nell'ambito della stessa seduta è stato dato il via libera all'uso delle intercettazioni di Verdini anche in un altro processo, quello per il crack del Credito Fiorentino. Di questa vicenda, Verdini è accusato di aver creato un buco di 63 milioni, accelerandone il fallimento. L'esponente di Forza Italia e braccio destro di Berlusconi era l'amministratore delegato della banca e quindi colui che meglio di altri poteva gestire le varie attività della banca a scopi che la Procura di Firenze considera truffaldini. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©