Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Riconosciuto prescritto il reato fino al 1994

Il Senatore D'Alì (Pdl) prescritto e assolto dall'accusa di mafia


Il Senatore D'Alì (Pdl) prescritto e assolto dall'accusa di mafia
30/09/2013, 16:40

PALERMO - Ancora una volta il Tribunale di Palermo fa una sentenza contro un politico accusato di mafia dividendo il reato in due. 
Come per Giulio Andreotti e per Marcello Dell'Utri, è stato fatto lo stesso per il senatore Antonio D'Alì, del Pdl, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Giudicato dal Gup, in rito abbreviato, è stato dichiarato prescritto (cioè colpevole, ma non condannabile per scadenza dei termini) nel 1994; assolto dal 1994 in poi. 
Il Pm aveva chiesto invece una condanna a 7 anni e 4 mesi di reclusione, cioè 11 anni per il reato contestato, poi ridotto di un terzo per la scelta del rito.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©