Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il terrore di Britney Spears



Il terrore di Britney Spears
05/05/2009, 21:05

Mai un attimo di tregua per la povera Britney Spears. Dopo le minacce di morte e il terrore di veder rapiti i suoi duoi figli poco prima del tour "Circus", arriva, proprio durante tale rocambolesca rassegna (nelle date precedenti è successo un po' di tutto: tra liti, ciocche di capelli volate e plateali cadute), un altro episodio che, anche se di certo grottesco e "divertente", fa sobbalzare dal terrore la strafamosa pop star.
Durante l'esibizione della cantante al Mohegan Sun Arena, nello stato del Connecticut, durante la coreografia  della hit Womanizer (cantata in playback), un fan a dir poco brillo è infatti riuscito a salire sul palco e a pararsi propio a pochi centimetri dalla Spears che, terrorizzata, ha urlato indietreggiando. Prontamente allontanato dagli aitanti ballerini che circondavano Brit, il responsabile dell' "aggressione"(anche se sarebbe molto più corretto parlare di "procurato spavento") è stato successivamente identificato e accusato di minacce ed interferenza con le forze dell'ordine. Subito rilasciato dopo il pagamento di una piccola somma di denaro (circa 250 dollari), il 20enne Kyle King, andrà comunque a  processo a fine giugno. Fonti vicine alla pop singer passaguai raccontano di una Spears molto scossa e turbata, nonostante il rapido intervento delle forze dell'ordine e l'evidente intenzione non violenta del Fan.
Del resto, alla povera cantante, non la si può biasimare: prima le minacce di morte a mezzo posta e telefono e poi, all'improvviso, un giovanotto alto e completamente ubriaco che gli si para davanti nel bel mezzo di un esibizione. Di sicuro, anche i suoi più accaniti detrattori, non potranno che provare un po' di compassione per questa ancora giovane cantante che, nel corso della sua sfavilante ma debilitante carriera, pare averne passate sul serio di tutti i colori.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©