Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il TG5 in rivolta per il caso Mesiano


Il TG5 in rivolta per il caso Mesiano
19/10/2009, 09:10

La messa in onda, lo scorso venerdì, durante la trasmissione di Canale 5 "Mattino 5", di un pezzo che mostrava le normali attività lontano dal lavoro (passeggiata, visita dal barbiere, ecc.) del Giudice Raimondo Mesiano con commenti sarcastici, ha creato acque molto agitate nella redazione di Canale 5. Infatti pare che siano state raccolte una ventina di firme tra i giornalisti su un documento che prende le distanze da questo genere di servizi, "non ha senso piegare i giornalisti a logiche che nulla hanno a che fare con il mestiere (di giornalista)", per citare una frase usata. Inoltre un gruppo di giornalisti della redazione di TG5 ha espresso la propria solidarietà a Pietro Sauber, sindacalista di Videonews (la struttura interna che si occupa delle riprese per Mediaset), che si era dimesso proprio per questo servizio. Nel documento questo gruppo di giornalisti chiede a Sauber di ritirare le dimissioni e all'azienda di accettare un incontro.
Nel frattempo monta l'indignazione e la protesta anche tra la gente e si sta creando un nuovo simbolo: i calzini turchesi, cioè dello stesso colore usato dal Giudice nel servizio incriminato e che la giornalista che commenta le immagini definisce "stravaganti. Ieri Dario Franceschini, segretario del PD, si è fatto filmare i calzini turchesi; dello stesso colore erano quelli che indossava ieri alla trasmissione "In mezz'ora" la conduttrice Lucia Annunziata, mentre intervistava il direttore di Repubblica, Ezio Mauro; mentre su Facebook e su altri siti Internet è un fiorire continuo di gruppi, blog e quant'altro collegati all'utilizzo dei calzini turchesi a mo' di bandiera contro queste intrusioni nella vita privata di comuni cittadini.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©