Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nuova presa di distanze dal cardinale Sepe

Il Vaticano: "Propaganda Fide ha sbagliato"


Il Vaticano: 'Propaganda Fide ha sbagliato'
28/06/2010, 14:06

ROMA - Una lunga nota, emessa dal Vaticano, spiega, dal punto di vista della Santa Sede, il disinteresse per il ruolo che Propaganda Fide ha avuto nei rapporti con la "cricca" di Diego Anemone. La nota sembra una nuova e più robusta presa di distanze dall'Arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, che ha guidato la Congregazione tra il 2001 e il 2006.
La nota si attarda nello spiegare che l'amministraizone del patrimonio immobiliare di Propaganda Fide "può essere esposto ad errori di valutazione e alle fluttuazioni del mercato internazionale". Ma poi aggiunge che negli ultimi anni si è cercato di elaborare delle linee guida che rendessero la gestione del patrimonio immobiliare più scientifica e più professionale, in modo da ridurre la possibilitrà di errori.
In realtà questa nota si lega alle precedenti dichiarazioni sull'argomento, quando il Vaticano disse che eventuali responsabilità erano dei singoli, con chiaro riferimento alla posizione del cardinale Sepe, indagato dai magiostrati di Perugia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©