Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lui: "Nomino Giammarinaro vicesindaco e querelo tutti"

Il Viminale chiede lo scioglimento del comune di Salemi. sindaco Sgarbi


Il Viminale chiede lo scioglimento del comune di Salemi. sindaco Sgarbi
06/02/2012, 13:02

ROMA - Il Viminale è pronto a sciogliere il consiglio comunale di Salemi, in provincia di Trapani, per infiltrazioni mafiose. La decisione sulla base di un rapporto che dimostra l'interferenza che ha avuto nella politica comunale Giuseppe Giammarinaro, ex deputato regionale democristiano e considerato in collegamento con la mafia. Secondo il rapporto, Giammarinaro avrebbe dato una mano a Sgarbi per l'elezione e addirittura partecipava alle riunioni della giunta comunale, pur non avendone titolo.
La reazione dell'ex critico d'arte è nello stile del personaggio ed è stata affidata ad un giornalista dell'Agi: "Mi dimetto, anzi no. Nomino mio vice Giammarinaro e porto quegli ispettori in tribunale per diffamazione. Ho lavorato come un matto, ho io contrastato gli interessi mafiosi, come nel caso delle pale eoliche e ora mi attaccano. Sa che faccio? Nomino vice sindaco Pino Giammarinaro. Se lui accetta continuerò a fare il sindaco". E non è una provocazione: ha annullato il concorso che aveva indetto poche settimane fa per questo ruolo, che doveva essere risrvato ad una donna con meno di 45 anni di età, e ha nominato Giammarinaro. Inoltre ha indetto una conferenza stampa per domani alle 12 a Salemi, nelle sale del castello di Piazza Alicia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©