Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Consegnata nota negativa al procuratore di Taranto

Ilva: bocciato dai “custodi” il piano investimenti azienda


Ilva: bocciato dai “custodi” il piano investimenti azienda
21/09/2012, 09:59

TARANTO –  La  valutazione dei custodi giudiziari sul piano di investimenti per risanare gli impianti sotto sequestro dell’Ilva è negativa. Ieri  i custodi, gli ingegneri Barbara Valenzano, Emanuela Laterza e Claudio Lofrumento,  hanno incontrato  il procuratore di Taranto, Franco Sebastio, e i pm dell'inchiesta per il disastro ambientale ed hanno consegnato a procuratore e pm inquirenti una nota scritta con la quale sostanzialmente bocciano il piano. Ora spetta alla Procura dare il suo parere sia sul piano sia sull'istanza allegata dall'Ilva con la quale si chiede di conservare una minima capacità produttiva che consenta all'azienda di poter fare ulteriori investimenti. Il sequestro degli impianti dell'area a caldo infatti, come stabilito nel decreto del gip e confermato dal tribunale del Riesame, è senza facoltà d'uso. Il parere negativo della Procura appare quasi scontato, visto che più volte, anche di recente, lo stesso procuratore ha ricordato che la mancanza di facoltà d'uso non prevede produzione; la decisione potrebbe già arrivare domani. Secondo uno studio che riporta dati della perizia epidemiologica effettuata per il gip del Tribunale,  pubblicato sulla rivista dell'Associazione italiana di epidemiologia,  la mortalità a Taranto per tutte le cause aumenta dell'8-27% (a seconda dei quartieri), i tumori maligni del 5-42%, le malattie cardiovascolari del 10-28%, e le malattie respiratorie dell'8-64%.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©