Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I ministri in Puglia. Presente anche Nichi Vendola

Ilva, Clini fissa al 30/09 la chiusura della procedura di autorizzazione ambientale

Intanto oggi nuova manifestazione con 1000 operai in strada

Ilva, Clini fissa al 30/09 la chiusura della procedura di autorizzazione ambientale
16/08/2012, 17:05

ROMA - Entro la fine del prossimo mese si chiuderà la procedura di autorizzazione ambientale relativa all'Ilva di Taranto. A comunicarlo è il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini. Da Roma è stata fissata al 30 settembre la conclusione della procedura per l'aggiornamento della Autorizzazione Integrata Ambientale (Aia), che regolamenta l'esercizio degli impianti dell'Ilva di Taranto, rilasciata il 4 agosto 2011 da Stefania Prestigiacomo d'intesa con il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Lo riferisce lo stesso ministro Clini in una nota, spiegando che l'aggiornamento è stato avviato nel marzo scorso.

IL VERTICE - Intanto è in programma per domani a Taranto il vertice tra il ministro Clini e Corrado Passera, ministro dello Sviluppo economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti, che oggi ha commentato: "Il maggiore impegno di questi giorni è quello di evitare la chiusura senza ritorno dell'Ilva di Taranto". Ma l'appuntamento sta già avendo un prologo acceso. Questa mattina, intorno alle ore 10, più di 1000 operai hanno manifestato pacificamente sull'Appia e la Statale 106. I disagi sono proseguiti per circa due ore. Sempre domani, dalle 8.30, un nuovo corteo muoverà da piazza Castello, la piazza del Municipio. 

I VERDI - Dopo le dichiarazioni di Clini, non sono mancati gli strascichi polemici. La prima risposta è arrivata dai Verdi: "Al ministro Clini che ha annunciato entro il 30 settembre la revisione dell'Aia (Autorizzazione integrata ambientale) chiediamo: la Commissione che si occupera' della revisione e' la stessa che ha concesso l'AIA all'Ilva un anno fa, con alcuni membri coinvolti nelle intercettazioni e nelle indagini su episodi di corruzione?". Lo scrive su twitter il leader dei Verdi Angelo Bonelli, che continua: "A quanto ci risulta i componenti della Commissione non sono esattamente gli stessi di un anno fa. Non sarebbe il caso di rimuovere, per ragioni di opportunità e trasparenza, i membri della Commissione coinvolti nelle intercettazioni?". 

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©