Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presidente lancia l’allarme attraverso una lettera

Ilva, Ferrante: “A dicembre stop alla produzione”


Ilva, Ferrante: “A dicembre stop alla produzione”
15/11/2012, 18:00

TARANTO – Verso metà dicembre l’Ilva, lo stabilimento siderurgico di Taranto potrebbe bloccare la produzione, a causa della direttiva dei custodi giudiziari che limita l'Ilva nell'approvvigionamento di materie prime. A lanciare l’allarme, attraverso una lettera inviata oggi ai custodi giudiziari (Barbara Valenzano, Emanuela Laterza e Claudio Lofrumento), al procuratore capo della Repubblica, Franco Sebastio, al procuratore aggiunto Pietro Argentino e ai sostituti procuratori Mariano Buccoliero e Giovanna Cannalire è il presidente dell'Ilva, Bruno Ferrante.
"L'applicazione della disposizione dei custodi giudiziari allo sbarco delle materie prime determinerà effetti devastanti per l'Ilva dovuti alla fermata, non in sicurezza, di tutti gli impianti dell'area a caldo con conseguente esposizione a gravi rischi di incidente rilevante e danni irreparabili agli impianti, scenario questo già comunicato verbalmente agli stessi” – dichiara Ferrante.
"Il 14 dicembre – si legge dalla lettera - si avrà il progressivo contemporaneo esaurimento delle giacenze a parco di 7 diversi materiali, situazione questa che determinerà la tempestiva fermata di tutti gli impianti dell'area a caldo dello stabilimento di Taranto".

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©