Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Avrebbe occultato 52 milioni di euro

Ilva: il Pm chiede il processo per Riva per frode fiscale


Ilva: il Pm chiede il processo per Riva per frode fiscale
02/07/2013, 16:28

MILANO - La Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per Emilio Riva, nella sua qualità di rappresentante legale della Riva Fire (la holding proprietaria dell'Ilva) e dell'Ilva Spa e come firmatario di entrambi i bilanci. Le accuse sono di frode fiscale per un totale di 52 milioni e mezzo di euro, ottenuti scrivendo nei bilanci delle poste di perdita fittizie per 150 e oltre milioni per abbattere i redditi effettivamente incassati. Oltre a Riva sono coinvolti nel reato Mario Turco Livieri, responsabile finanziario del gruppo Riva; Agostino Alberti, componente del consiglio di amministratore e responsabile fiscale del gruppo Riva; Angelo Mormina, managing director di Deutsche Bank. 
Per creare le false poste di bilancio sono state utilizzate diverse società: oltre alla Ilva (che ha sede a Milano, da qui la competenza in Lombardia), anche  la controllata tedesca Ilva Finanzbeteiligungen e la portoghese Taggia x Consultadoria Economica e Partecipacoes, Unipessoal lda di Madeira (partecipata dal Deutsche, ma di fatto sottoposta all'influenza dominante della Ilva).

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©