Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I reati sono favoreggiamento dell'immigrazione e omicidio

Immigrati annegati a Catania, la procura apre un'inchiesta

Sono in corso ulteriori indagini

Immigrati annegati a Catania, la procura apre un'inchiesta
11/08/2013, 11:14

CATANIA - La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta per la tragedia avvenuta ieri nel Golfo di Catania, a pochi metri dal Lido Verde, uno dei  più rinomati stabilimenti balneari del lungomare della Plaia, dove hanno perso la vita sei migranti provenienti dall’Egitto e dalla Siria. Il reato ipotizzato dal procuratore capo di Catania, Giovanni Salvi, al momento è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e omicidio colposo plurimo.

Per quanto concerne la dinamica dei fatti, sono in corso ulteriori accertamenti, ma il magistrato ha confermato che la tesi privilegiata è quella dell’annegamento appena scesi dall’imbarcazione. “Il natante – ha spiegato il procuratore Salvi – si è arenato su una secca: i migranti hanno pensato che si toccasse, sono scesi dalla barca e invece sono annegati perché l'acqua all'improvviso diventa profonda”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©