Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Immigrazione, è allarme a Lampedusa dopo il nuovo sbarco


Immigrazione, è allarme a Lampedusa dopo il nuovo sbarco
11/03/2009, 13:03

E' emergenza immigrati a Lampedusa, dove un barcone con 332 migranti è riuscito ad approdare la scorsa notte direttamente nel porto dell'isola. Gli extracomunitari sono stati sistemati in banchina per le procedure di identificazione, in attesa di essere trasferiti nei due centri di Contrada Imbriacola e di Capo Ponente dove si trovano già poco meno di 600 persone. Il Cie di contrada Imbriacola, parzialmente distrutto dall'incendio appiccato un mese fa da un gruppo di rivoltosi, e l'ex base Loran di Capo Ponente, non hanno una capienza sufficiente a contenere i quasi 900 extracomunitari che si trovano in questo momento a Lampedusa, in attesa di essere espulsi o trasferiti verso altre strutture. La maggior parte degli immigrati sono ospiti del Centro di identificazione ed espulsione, mentre nell'altra struttura sono stati smistati richiedenti asilo, donne e bambini. Tra di loro anche le 23 donne e i 15 minori giunti in nottata a Lampedusa. La questura di Agrigento, in costante contatto con il dipartimento Immigrazione del ministero dell'Interno, sta verificando la disponibilità fra le varie strutture d'accoglienza presenti sul territorio nazionale. Intanto sono giunti a Lampedusa per un sopralluogo i periti nominati dalla Procura della Repubblica di Agrigento nell'ambito dell'inchiesta sull'incendio che il 18 febbraio scorso ha danneggiato il Centro di identificazione e espulsione dell'isola. I consulenti dei magistrati dovranno accertare se le strutture oggetto delle indagini rispettino le norme sanitarie, edilizie e ambientali previste dalla legge.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©