Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il piccolo morì per un calcio che gli spappolò il fegato

Imperia: Gabriel,condannati a 16 anni la madre e il compagno


Imperia: Gabriel,condannati a 16 anni la madre e il compagno
14/10/2011, 19:10

IMPERIA – Il piccolo Gabriel si è spento a soli 17 mesi, due anni fa: il 4 maggio 2009. Per la sua morte sono stati condannati, a 16 anni, la mamma, la lettone Elizabeth Petersone, e l'ex convivente Paolo Arrigo, commerciante di Imperia. La decisione  è stata presa dalla Corte d'Assise d'Appello di Genova. In primo grado i due, oggi rispettivamente di 22 e 25 anni, erano stati condannati a undici anni con rito abbreviato.

Il piccolo, fu colpito da un calcio che gli spappolò il fegato. Dall'autopsia emerse subito che Gabriel non era morto per cause naturali, ma per forti traumi che avevano provocato lo spappolamento della milza e lesioni al fegato. Le  indagini, perciò, furono sin da subito  orientate in ambito familiare. Il medico legale che effettuò l'autopsia, Marco Canepa, ipotizzò maltrattamenti continuati culminati con la morte del bimbo il 14 maggio. Sul corpo di Gabriel furono riscontrate 21 lesioni, quasi tutte nella parte superiore del corpo, inferte in vari giorni, fino al decesso.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©