Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arcygay: "Occorre una legge severa"

In 500 sfilano a Milano contro l'omofobia


In 500 sfilano a Milano contro l'omofobia
21/09/2010, 21:09

MILANO - “Questa è stata l'estate dell'omofobia - ha detto Ivano Cipollaro, attivista milanese per i diritti dei gay - quindi vogliamo chiudere questa stagione sperando che la società civile capisca che non si può andare avanti in questo modo”. Così circa cinquecento persone si sono riunite in piazza Oberdan a Milano, sotto lo slogan 'Io non ho paura’. “L'omofobia - ha aggiunto Cipollaro, che ha organizzato la manifestazione - non dovrebbe essere un'aggravante ma un vero e proprio reato”. Secondo il presidente nazionale di Arcigay, Paolo Patanè, “dobbiamo uscire da una logica che ha posto la paura al centro delle nostre vite. In questo momento vedo il bicchiere comunque mezzo pieno, perchè nel centrodestra si è aperto il dibattito sul tema dell'omosessualità e questo è un fatto positivo. Bisogna vedere se le parti più europee della destra e anche della sinistra saranno pronte a fare una legge che è necessaria”. Ma non c'è soltanto il problema dell'omofobia: “sarebbe utile che la legge non fosse solo sull'omofobia, ma anche sulla trans fobia”, ha detto Antonia Monopoli, responsabile dello sportello sulla transessualità di Ana onlus Milano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©