Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’analisi di Bankitalia sulle disuguaglianze di patrimonio

In Italia 10 ricchi posseggono quanto 3 milioni di poveri

Il dato allarmante: i giovani sono messi peggio degli adulti

In Italia 10 ricchi posseggono quanto 3 milioni di poveri
01/04/2012, 17:04

ROMA - Di sicuro il nostro Paese non è tra i più poveri al mondo, ma una cosa è certa: in Italia dieci persone appartenenti alla categoria dei “ricchi” posseggono una quantità di ricchezza equivalente, se non addirittura superiore, a quella posseduta dagli oltre tre milioni di italiani che rientrano nella categoria dei “poveri”.
A farsi portavoce di questo sconfortante dato è uno studio effettuato da Bankitalia. L’analisi evidenza anche altri due fattori di fondamentale importanza: il primo è che allo stato attuale il concetto di ricchezza per un italiano viene calcolato sulla base del patrimonio accumulato in passato, piuttosto che sulla base dei redditi attuali; il secondo, invece, ed è questo il dato che dovrebbe allarmare più degli altri, è che i giovani sono quelli che vivono in condizioni più disagiate e sono di gran lunga più poveri degli adulti. Vale a dire che questi, a differenza di quanto accadeva in passato, non riescono più ad accumulare ricchezza.
Che l’Italia non fosse più un Paese per giovani lo si era ormai capito da tempo, ma i dati diffusi da Bankitalia arrivano come ulteriore conferma al fatto che esista un vero e proprio conflitto generazionale in Italia, almeno in termini di evoluzione della ricchezza. E questo, nonostante il livello di diseguaglianza riguardante la distribuzione della ricchezza tra gli italiani possa dirsi paragonabile a quello degli altri Paesi europei.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©