Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'appello di Bucarest: "Magistrati accelerino procedure"

In Italia la carica dei latitanti romeni


In Italia la carica dei latitanti romeni
24/02/2009, 13:02

Il 40 per cento dei latitanti romeni è Italia. Sono quelli ricercati con mandato internazionale. Mentre nelle carceri del nostro Paese ci sono circa 2.700 pregiudicati della Romania, di cui 1773 in attesa di giudizio e 953 condannati in via definitiva. A fornire i dati non è stato il nostro guardasigilli Angelino Alfano, ma il ministro della Giustizia romeno, Catalin Predoiu (nella foto), nel corso di una conferenza stampa a Bucarest. Predoiu ha precisato che 1.626 sono uomini e 147 donne. Per quanto riguarda i cittadini romeni che stanno scontando una pena nelle carceri italiane, 902 sono uomini e 51 donne. La maggior parte di loro si trovano in istituti di pena del Lazio, del Piemonte e della Sicilia.

“Dal 2007, lo Stato italiano ha sollecitato il trasferimento verso i penitenziari romeni di 57 condannati, di questi, 13 sono stati oggetto di tale misura - ha spiegato Predoiu - In nessun caso una condanna pronunciata dalla giustizia italiana non viene riconosciuta in Romania”.

Il Guardasigilli romeno ha tuttavia sottolineato che le procedure per l’estradizione “stanno incontrando difficoltà” e ha fatto appello ai “magistrati italiani a fare il possibile affinché le procedure vengano accelerate”.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©