Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

XXII Dossier Immigrazione Caritas e Migrantes

In Italia nel 2011, gli stranieri hanno superato quota 5 milioni


In Italia nel 2011, gli stranieri hanno superato quota 5 milioni
30/10/2012, 15:53

ROMA- In Italia nel 2011, gli stranieri hanno superato quota 5 milioni: a rivelarlo è il XXII Dossier Immigrazione 2012, realizzato da Caritas e Migrantes, presentato oggi a Roma. Il numero più alto di stranieri è in Lombardia, che si conferma la prima regione in Italia per presenze, dove risiede uno straniero su quattro: si stimano infatti quasi 1,2 milioni di immigrati regolari, pari al 23,5%. 

Rispetto al 2010, comunque, sono aumentati solo di 43 mila unità. La religione prevalente è quella cristiana. La maggior parte (63,4%) risiede al Nord, il 23,8% al Centro e solo il 12,8% al Sud. I permessi di soggiorno scaduti nel corso dell'anno e non rinnovati sono stati 262.688. Cresce la percentuale degli immigrati rispetto alla popolazione residente in Italia, che passa dal 7,5% del 2010 all'8,2% del 2011. Aumenta pure, leggermente (2,9%), il numero dei permessi di soggiorno in vigore alla fine del 2011 (3.637.724).

E' dal continente europeo, rende noto il dossier, che arriva la maggior parte (50,8%) degli immigrati, seguita dall'Africa (22,1%), dall'Asia (18,8%), dall'America (8,3%). I più numerosi sono i romeni (quasi un milione), seguiti dai marocchini (506 mila), dagli albanesi (quasi mezzo milione) e dagli ucraini (224 mila). L'Albania è il primo paese per numero di studenti universitari, oltre 11 mila nell'anno accademico 2011-2012. L'Italia, secondo il dossier, è lo Stato membro che accoglie le collettività più numerose nell'Ue di cinesi, filippini, cittadini del Bangladesh e cingalesi.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©