Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Blitz dell’Arma contro i ‘Girati’, 14 arresti

In manette i killer dei Vannella Grassi

Due minorenni tra i fermati

.

In manette i killer dei Vannella Grassi
26/09/2012, 09:06

 

NAPOLI – Colpo al cuore del clan dei Vannella Grassi a Scampia. Operazione dei carabinieri del Comando Provinciale di Napoli che a Scampia hanno tratto in arresto 14 persone tra cui due minorenni, considerati elementi di spicco del clan dei cosiddetti ‘Girati’, la fazione che si oppone agli Scissionisti. Gli investigatori ritengono che le persone arrestate stanotte fanno tutti parte del braccio armato del clan, e quindi, a vario titolo, responsabili degli agguati mortali che stanno insanguinando l’area a nord di Napoli. Ai fermati sono contestati i reati di  porto e detenzione illegale di armi, aggravati dal metodo mafioso. Delle 14 persone arrestate questa notte dai Carabinieri di Napoli 2 sono  minorenni che dalle prime indagini sembrano venissero utilizzati dal gruppo di fuoco per trasportare le armi. Soddisfazione è stata espressa dal comandante provinciale dei Carabinieri, il col. Marco Minicucci che ha sottolineato il grande impegno investigativo dell’arma sul fronte caldo della faida di Scampia per il controllo del traffico degli stupefacenti. Il Blitz dei carabinieri coordinato dalla DDA partenopea, ha portato, tra le altre cose al sequestro di 4 pistole e di un ingente quantitativo di hashish. L’operazione proprio nell’area della faida è servita a dare un segnale forte alla criminalità organizzata che lo Stato non molla e sta progressivamente riprendendo il controllo del territorio. Il dato preoccupante, come sottolineato dagli inquirenti, è la giovane età degli arrestati.

Questi i nomi delle persone sottoposte alla custodia cautelare:

Pietro Polverino, Gennaro Abbatiello, Francesco Angrisano, Antonio Avallone, Ciro Barretta, Nicola Capasso, Gaetano Castelnuovo, Giuseppe gervasio, Daniele Granata, Antonio Lucarelli, Bruno Perrella, Carmine Pocci.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.