Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ha tentato anche di corrompere due carabinieri

In manette il nuovo reggente del clan Ascione - Papale


.

In manette il nuovo reggente del clan Ascione - Papale
09/03/2010, 12:03

ERCOLANO – E’ stato arrestato ieri dai carabinieri della compagnia di Torre del Greco agli ordini del capitano Pierluigi Buonomo. Si tratta di Natale Dantese, 28enne, ritenuto dagli inquirenti l’attuale reggente del clan Ascione-Papale da anni in lotta con il sodalizio degli Iacomino-Birra per la gestione degli affari illeciti nella città degli scavi. L’uomo, fermato nei pressi della sua abitazione, è ritenuto responsabile dei reati di associazione a delinquere di stampo camorristico, istigazione alla corruzione e detenzione illegale di armi (aggravati dal metodo mafioso). I militari hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Dodici mesi di indagini, attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali e dichiarazioni di collaboratori di giustizia che hanno consentito di provare la partecipazione di Dantese al sodalizio organizzato per la commissione di numerosi delitti: omicidi, estorsioni, reati in materia di armi e stupefacenti. Gli inquirenti hanno anche documentato il tentativo di Dantese di indurre due militari della tenenza di Ercolano a commettere atti contrari al proprio ufficio, offrendo loro notizie confidenziali utili per effettuare sequestri di armi. Secondo gli investigatori, dopo gli arresti degli ultimi mesi che hanno decapitato le due organizzazioni criminali ponendo fine alla sanguinosa faida degli ultimi anni, Dantese era alla guida del clan degli Ascione-Papale. L’uomo si trova ora in cella in attesa che il gip convalidi o meno il fermo a suo carico.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©