Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Flash mob della gente nella struttura incendiata

In migliaia per Città della Scienza


.

In migliaia per Città della Scienza
11/03/2013, 11:03

NAPOLI - Dati discordanti sull’affluenza al flash mob che si è svolto ieri a Bagnoli a seguito del disastro di Città della Scienza; chi dice 10mila chi dice 15mila persone, un fatto è certo: la struttura incendiata resta il segno di un’eccellenza devastata, un omicidio contro la cultura e soprattutto contro lo sviluppo di una città che in troppi vogliono ferma e bloccata sui suoi peggiori stereotipi. E’ proprio per protestare contro questa situazione che tanta gente è scesa per strada a manifestare l’indignazione e la volontà precisa di ricominciare, ricostruire, tornare a far sorridere i bambini, e soprattutto tornare a far sperare una città che, nel bene e nel male, è sempre rinata dalle sue ceneri. Qualcuno ha detto: “sembra il nostro 11 settembre”, ma Napoli non è Coppa America, coppa davis, giro d’Italia e lungomare liberato, Napoli è fantasia, tenacia, coraggio e speranza.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©

Correlati