Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sono due le grandi manifestazioni

In piazza a Mosca: contro e pro Putin

Lo striscione: “Putin non ha vergogna, né coscienza”

In piazza a Mosca: contro e pro Putin
04/02/2012, 11:02

MOSCA – Sfidano le temperature (che arrivano a -20) e scendono in piazza contro il governo di Vladimir Putin. Sono in migliaia e molti di essi hanno dei palloncini bianchi, il colore adottato dalla protesta: si tratta della marcia e della manifestazione anti Putin, che vede le forze di opposizione riunite sotto lo slogan “Elezioni Oneste” e sotto lo striscione “Putin non ha vergogna, né coscienza”. La marcia antigovernativa, la terza dalle elezioni parlamentari di dicembre,è partita da piazza Kaluzhskaya ed è diretta verso piazza Bolotnaya Square. Una contro marcia di sostenitori di Putin si svolge, invece, lungo un diverso percorso. Secondo i dati diffusi dalla polizia, i sostenitori del primo ministro sono almeno 90mila, mentre gli oppositori sono circa 25mila. I partecipanti alla manifestazione dell’opposizione accusano il Cremlino di brogli, chiedono di ripetere le elezioni parlamentari del 4 dicembre e invitano a votare contro Putin alle elezioni presidenziali del 4 marzo.
Sono 9.000, invece, gli agenti che vigilano sui due cortei. Metal detector sono stati sistemati alla partenza del corteo in piazza Kaluzhkaja e all’arrivo in piazza Balotnaja: il passaggio obbligato per l’ingresso a Balotnaja, dove è stato montato un grande palco e maxischermi per trasmettere gli interventi di alcuni leader della protesta e l’esibizione di gruppi musicali, è molto stretto rispetto alla folla di gente che ci si attende e si temono problematici assembramenti.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©