Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Smacco al contrabbando del falso

In zona Vicaria scoperti depositi di merce contraffatta


In zona Vicaria scoperti depositi di merce contraffatta
16/06/2011, 11:06

NAPOLI - L'altro ieri pomeriggio, i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, hanno denunciato in stato di libertà sei napoletani, un complice di Melito ed un imprenditore di Barletta, per utilizzo di brevetti, modelli e disegni contraffatti e per detenzione di prodotti contraffatti ai fini della vendita, in concorso. Ieri mattina verso le 6.20, gli agenti stavano transitando lungo via Venezia, quando hanno incrociato tre persone che alla loro vista si sono date immediatamente alla fuga. Due sono riusciti a dileguarsi mentre il terzo è stato fermato e subito identificato. Resisi conto che l’uomo era in forte stato di agitazione, i poliziotti hanno deciso di perlustrare la zona con l’ausilio di rinforzi subito giunti sul posto.


Pochi minuti dopo, in fondo ad un lungo cortile ad U, hanno scoperto un locale all’interno del quale hanno trovato 6 persone intente a contrattare numerosissimi capi di abbigliamento successivamente risultati palesemente contraffatti.



Successivamente, gli agenti hanno scoperto non distante una porta blindata priva di qualsiasi indicazione utile all’identificazione del proprietario o dell’utilizzatore. Non riuscendo ad ottenere alcuna informazione in merito, è stato quindi richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno forzato l’entrata.



All’interno è stata quindi rinvenuta un’ingente quantità di capi di abbigliamento e di calzature di varie griffe palesemente contraffatte.



Nelle vicinanze è stata anche individuata e poi sottoposta a sequestro un’autovettura all’interno della quale sono stati rinvenuti capi simili a quelli del deposito nonché documenti provanti la vendita del materiale contraffatto. Il proprietario identificato e denunciato per il materiale sequestrato, è titolare di una piccola fabbrica di prodotti per abbigliamento situata vicino Barletta. Sono in corso indagini per meglio valutare la sua posizione.



L’ingente quantitativo di materiale sequestrato comprende note griffes tipo Fendi, Luy-Jo, Monclair, Hogan, Belstaff, Gucci La Coste e tante altre.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©