Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A perdere la vita è Michele Ciglione, di 57 anni

Incendi, nuova vittima ad Avellino: muore un operaio

È rimasto intrappolato nelle fiamme

Incendi, nuova vittima ad Avellino: muore un operaio
21/08/2012, 10:00

NAPOLI - Tragedia ad Avellino, dove un operaio della Regione Campania, in servizio presso la Sma (Società di Servizio Antincendio Boschivo Regionale), è morto nell’incendio divampato ieri tra Lauro e Palma Campania, al confine tra le provincie di Avellino e Napoli. A perdere la vita è stato Michele Ciglione, operaio di 57 anni, mentre cercava di spegnere uno dei tanti roghi che stanno attaccando i boschi italiani in questi giorni. Sull’incendio, divampato intorno alle ore 12.05, è immediatamente intervenuta una squadra a terra del comando Stazione di Lauro, composta anche da operai della Regione Campania, per sedare le fiamme. Purtroppo, a causa di un’improvvisa folata di vento, le fiamme hanno investito l’operaio e l’assistente del Corpo forestale dello Stato A. C., che sono rimasti intrappolati tra le fiamme. Il forestale, dopo diversi tentativi è riuscito a mettersi in salvo, se pur con grosse difficoltà, riportando ustioni di primo e secondo grado soprattutto su mani e piedi. Ciglione, invece, è rimasto intrappolato nel rogo ed è caduto in un burrone. Il corpo esanime è stato rinvenuto, dopo diverse ore di ricerche, da parte del personale del corpo forestale dello Stato, dei carabinieri, della comunità montana locale e dai vigili del fuoco, al confine tra Sarno e Lauro.

Il decesso dell’operaio è stato constatato dal medico legale intorno alle 18. Anche la moglie di Ciglione è una dipendente della Sma. Assegnata ad un’altra squadra, non ha assistito direttamente alla tragedia. Indagini sono in corso per accertare le cause dell’incendio. Lo scorso 4 agosto un altra vittima, un forestale di 42 anni del servizio antincendio, Francesco Pizzuto, è morto mentre stava partecipando alle operazioni di spegnimento di un rogo divampato a Castronovo di Sicilia (Palermo).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©