Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Incendio auto cronista, Colimoro: "ennesima vittima delle intimidazioni"


Incendio auto cronista, Colimoro: 'ennesima vittima delle intimidazioni'
23/06/2011, 14:06

"Quanto accaduto alla collega Tina Palomba de 'Il Corriere di Caserta', ennesima vittima delle intimidazioni da parte dei clan della malavita organizzata, che evidentemente non gradiscono il lavoro di una giornalista che compiendo coraggiosamente il proprio lavoro in una terra ad alta densità criminale finisce col dare fastidio a chi invece preferirebbe il silenzio, impone una seria e concreta presa di posizione di tutti i colleghi impegnati nei ruoli di rappresentanza della professione a tutti i livelli a cominciare dai vertici nazionali". Così, il presidente dell'Assostampa Campania, Vincenzo Colimoro, commenta l'episodio che ha visto protagonista la giornalista Tina Palomba, alla quale la scorsa notte ignoti hanno incendiato l'auto. "Da molto tempo - ha aggiunto Colimoro - chi ha la rappresentanza soprattutto nelle regioni del Sud del Paese denuncia queste situazioni a livello nazionale. Si deve fare di più e meglio. In questi casi non basta e non deve bastare un comunicato di solidarietà, la Fnsi, che al suo interno nei ruoli di governo pecca di scarsa rappresentanza delle regioni del Mezzogiorno, deve farsi carico di affrontare a livello di governo centrale la questione della sicurezza dei colleghi impegnati in territori dove il tasso di criminalità e più elevato che altrove".  "Per la collega Tina Palomba, alla quale il Sindacato dei Giornalisti della Campania esprime solidarietà e vicinanza, - conclude Colimoro - si chiede di valutare attentamente quanto accaduto e di esaminare la necessita si assicurarle la serenità necessaria per poter tranquillamente continuare a fare il suo lavoro di cronista di nera e giudiziaria".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©