Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

INCENDIO IN UN CAMPO SCOUT A ISCHIA: TRAGEDIA SCAMPATA PER MIRACOLO


INCENDIO IN UN CAMPO SCOUT A ISCHIA: TRAGEDIA SCAMPATA PER MIRACOLO
08/09/2008, 16:09

Paura scampata per i 12 scout napoletani che ieri notte, a Ischia, hanno rischiato la morte a causa di un incendio divampato all’interno del campo, sulla collina del Cretaio, tra i comuni di Casamicciola e Barano. Nessun ferito, per fortuna, visto che i ragazzi, tutti residenti nel quartiere napoletano del Vomero, al momento dell’incendio si trovavano ad una festa organizzata in un vicino maneggio, ma le fiamme hanno distrutto le tende e le altre attrezzature da campeggio. La notizia dell’incendio è stata diffusa dal sindaco di Casamicciola, Vincenzo D’Ambrosio, la cui abitazione dista poche centinaia di metri dalla sciagura: “Tra le 22:30 e le 23 - racconta il sindaco - qualche delinquente ha appiccato le fiamme alle tende degli scout, agli indumenti ed agli zaini. Abito a circa 500 metri dal campo e verso la mezzanotte ho sentito puzza di bruciato. Dopo poco ho appreso che era stato appiccato il fuoco al campo scout. Si tratta di un fatto molto preoccupante.” Un atto doloso, dunque, sulle cui motivazioni piovono gli interrogativi. “Si tratta di un atto incredibile, vile e vergognoso che per fortuna non ha messo a repentaglio le vite delle persone presenti, perché per un puro caso i ragazzi sono tornati poco dopo che l’incendio era scoppiato - ha commentato l’assessore provinciale di Napoli alla Protezione Civile Francesco Emilio Borrelli. Chissà se chi lo ha generato sapeva che il campo era vuoto.” Si è profilata anche l’ipotesi che il rogo possa essere stato appiccato volontariamente dai bracconieri, “che potrebbero aver scambiato il campo scout con un campo antibracconaggio”, spiega l’assessore, sottolineando che se così fosse sarebbe molto grave. Domani, nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11 nella sala “Mariella Cirillo” della Provincia di Napoli, il presidente Dino Di Palma e l’assessore Borrelli consegneranno ai ragazzi le tende attrezzate della protezione civile in sostituzione di quelle andate distrutte nell’incendio. Luigi Matacena, titolare della Matacena distribuzione, assegnerà inoltre agli scout un buono per l’acquisto di sacchi a pelo.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©