Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Inchiesta Bari: 19 ragazze parlano di cocaina alle feste


Inchiesta Bari: 19 ragazze parlano di cocaina alle feste
25/06/2009, 09:06

Le inchieste della Procura di Bari sulla Tecnohospital di Giampaolo Tarantini vanno avanti e sono fonti di continue scoperte. I Pubblici Ministeri che stanno seguendo le indagini stanno interrogando le ragazze che vengono citate nelle intercettazioni e che sono state pagate per andare alle feste. L'ultima novità riguarda l'uso di cocaina di cui queste ragazze sono state testimoni. Uso non "anonimo", nel senso che sono stati fatti anche alcuni nomi, che pare apparterrebbero a ricchi imprenditori e politici locali. E d'altronde, uno che usa una banconota da 500 euro arrotolata - come dichiarato da una delle ragazze - per sniffare stupefacente, non può essere che uno ricco.
Per ora però in questo settore siamo alle fasi preliminari, tanto che è sotto indagine per detenzione di droga solo un quarantenne leccese (considerando che in base alla legge Fini sulla droga, la cocaina è la droga con la più alta tolleranza, visto che bisogna avere più di 50 dosi per essere accusati di detenzione di droga, è quanto dire, ndr). Di conseguenza si intrecciano i settori: imprenditoria, droga, gioco d'azzardo, prostituzione. E con i soldi che giravano, parliamo solo di grossi imprenditori o di persone ancora più ricche.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©