Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Inchiesta Consip, per i periti: “Pizzini scritti da Romeo” -video

Depositata al Riesame la relazione dei pm di Roma

.

Inchiesta Consip, per i periti: “Pizzini scritti da Romeo” -video
18/03/2017, 10:59

NAPOLI –  I periti della Procura di Roma non hanno dubbi al riguardo: i “pizzini” ritrovati dai carabinieri del Noe in una discarica romana sono stati scritti da Alfredo Romeo, l’imprenditore campano recluso nel carcere di Regina Coeli con l’accusa di aver corrotto un dirigente della Consip in cambio di informazioni riservate sugli appalti della pubblica amministrazione. La relativa relazione è stata depositata dai pm di Roma, che indagano sull’appalto Consip da 2,7 miliardi di euro, al Tribunale del Riesame, insieme alle sentenze che raccontano i precedenti giudiziari di Romeo e la sua “attitudine alla corruzione”: nonostante le prescrizioni. Infatti, sebbene il casellario giudiziario di Romeo risulti immacolato, c’è una vecchia condanna seppellita dai tempi della giustizia che pende sul suo conto. Stando ai pm, il cosiddetto sistema Romeo era noto sin dai tempi di Tangentopoli, allorquando l'ex parlamentare della Dc Alfredo Vito ammise di avere ricevuto dall'imprenditore 4 miliardi di lire. Per i legali di Romeo quei “pizzini”, invece, erano inutilizzabili come prove, perché acquisiti in violazione del codice di procedura penale. Di contro, dopo le precisazioni del Riesame, secondo il quale quei “pizzini” sono elemento di prova, arriva anche una perizia calligrafica a confermare la tesi della Procura: quelli sono gli appunti dell’imprenditore Romeo. Durante le conversazioni, avendo intuito delle indagini in corso e di possibili intercettazioni nel suo ufficio, Romeo scriveva per sottrarsi all'ascolto: questa la ricostruzione della Procura. Lo studio sui frammenti, assemblati dai militari, conferma: a tracciare quella T (che per i pm di Napoli, titolari di un filone delle indagini, indicherebbe proprio il padre dell'ex premier Renzi) è stato Romeo.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©