Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Inchiesta pizzerie dei clan, assolto Vittorio Pisani -video


Inchiesta pizzerie dei clan, assolto Vittorio Pisani -video
18/12/2013, 18:07

Assolto perché il fatto non sussiste. Si è chiusa così l'odissea giudiziaria per Vittorio Pisani, l'ex capo della Squadra mobile di Napoli coinvolto, con le accuse di favoreggiamento e rivelazione di segreto, nel processo sui ristoranti dei clan. A lui, i pm Antimafia di Napoli contestavano una presunta soffiata, sull'indagine per riciclaggio in corso, a Marco Iorio, imprenditore della ristorazione napoletana ritenuto, a sua volta, vicino alla famiglia malavitosa dei Potenza del Pallonetto di Santa Lucia e al boss pentito Salvatore Lo Russo. I giudici hanno dunque rigettato la richiesta di condanna a 4 anni per il superpoliziotto, autore – tra gli altri – degli arresti dei boss casalesi Antonio Iovine e Michele Zagaria. I magistrati della settima sezione hanno anche demolito l'intero impianto inquirente perché è stata esclusa per tutti gli imputati l'aggravante della finalità mafiosa. Nello specifico, sono undici le assoluzioni e sei le condanne nel procedimento. I fratelli Marco, Massimiliano e Carmine Iorio sono stati condannati rispettivamente il primo a 5 anni e gli altri due a 4 anni di reclusione; la pena più alta è stata inflitta a Bruno Potenza (9 anni di reclusione) per associazione a delinquere e usura. Sei anni a Salvatore Potenza, tre a Domenico Sarpa. Tutti dissequestrati i locali per i quali i pm avevano chiesto, invece, la confisca. Alla lettura del dispositivo alcuni imputati assolti sono scoppiati in lacrime mentre i poliziotti dell'ex capo della Mobile sono esplosi in un urlo liberatorio di gioia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©