Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Inchieste fantasma, condannato ex procuratore -video


.

Inchieste fantasma, condannato ex procuratore -video
20/01/2014, 09:13

Si è chiuso con quasi un secolo di carcere il processo sui falsi mandati di pagamento nella Procura di Torre Annunziata, scandalo che nel 2002 travolse funzionari, impiegati e dirigenti dell'ufficio giudiziario napoletano arrivando a coinvolgere anche il procuratore dell'epoca, Alfredo Ormanni.

I giudici di Roma (l'inchiesta è stata spostata nella Capitale per motivi di competenza) hanno condannato l'ex capo dei pm oplontini a sei anni di carcere per peculato. In anno in più rispetto a quanto inflitto al grande “regista” della truffa da 30 miliardi di lire: il cancelliere Domenico Vernola, a sua volta già condannato, in abbreviato, a 4 anni in una diversa tranche del procedimento.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Vernola avrebbe ottenuto da Ormanni, in cambio di regali come auto e viaggi in Italia e all'estero, la liquidazione di ingenti spese di giustizia per inchieste e attività investigative virtuali: soldi sottratti al budget della Procura, a quel tempo impegnata in numerosi procedimenti giudiziari di portata nazionale su traffico di materiale radioattivo, camorra e servizi segreti deviati, e dirottati nelle tasche di Vernola e degli altri co-imputati.

Nel mirino dei pm romani finirono i numerosi “benefit” che sarebbero stati acquistati coi soldi del ministero della Giustizia: orologi di lusso, vetture di grossa cilindrata e gioielli.

Il processo si è concluso con una sfilza di condanne (ben 21) tra cui anche quella di Vincenzo Vacchiano, il maresciallo della stazione dei carabinieri di Vico Equense che per primo si occupò della scomparsa di Angela Celentano. La bimba di 3 anni sparita durante una gita domenicale sul Monte Faito. Vacchiano è stato condannato a 4 anni.

Scontato, a questo punto, il ricorso in Appello.

Commenta Stampa
di Simone di Meo
Riproduzione riservata ©