Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Incidente a Bacoli, soccorsi arrivano dopo 45 minuti


Incidente a Bacoli, soccorsi arrivano dopo 45 minuti
30/07/2012, 17:07

"E' successo intorno alle ore 13:30 di stamane, un brutto incidente che ha visto coinvolti un autovettura ed un motorino - raccontano Josi Della Ragione di Freebacoli e Francesco Emilio Borrelli commissario regionale dei Verdi Ecologisti - che si sono scontrati in via Mozart a Bacoli. 
Secondo le testimonianze dei presenti, il motorino procedeva a velocità sostenuta scendendo da via Bellavista, quando a un tratto l'autista dello stesso sembra essersi voltato per comunicare con un coetaneo che lo seguiva alle sue spalle con un altro scooter. 
Un attimo di distrazione, una sbandata fatale ed ecco che il ragazzo ( la cui età si aggira intorno ai 17-18 anni ) si ritrova a scontrarsi frontalmente con una Opel che saliva in senso contrario la predetta strada a velocità moderata".
"Dopo essersi schiantato al suolo, il giovane avrebbe vomitato diverse volte, riportando forti dolori alle costole ed alle gambe, dalle quali sembra abbia perso molto sangue. 
Riversatisi in strada dopo aver sentito il forte impatto, i cittadini del quartiere - continuano Della ragione e Borrelli - hanno repentinamente prestato il primo soccorso contattando il 118, giunto sul posto con un Ambulanza dopo più di tre quarti d' ora di agonia per l' adolescente che nel frattempo continuava a rimanere al suolo sotto il sole battente mentre qualcuno cercava di fargli ombra con mezzi di fortuna per non farlo collassare. 
Contattati anche gli agenti della Caserma dei Carabinieri di Bacoli, i quali non sono potuti giungere sul luogo dell' incidente per mancanza di personale. Stesso discorso anche per i Vigili Urbani, arrivati con grande ritardo in via Mozart solo dopo che il ragazzo è stato trasportato dai mezzi di soccorso al vicino ospedale "La Schiana" di Pozzuoli.
L'unico aspetto positivo della vicenda è rappresentato dal fatto che il motociclista indossava il casco e questo gli ha impedito di riportare danni ulteriori alla scatola cranica.
Ci auguriamo che tutto vada per il meglio e che il giovane non sia in fin di vita ma siamo avviliti di questo ennesimo episodio di sanità non funzionante e dovere".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©