Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Deceduto un operaio di Napoli

Incidente ferroviario nel Cilento, un morto


Incidente ferroviario nel Cilento, un morto
01/09/2010, 16:09


ISPANI (Sa) - E' di pochi minuti fa la notizia di un tragico incidente ferroviario nei pressi di Capitello, nel basso Cilento.  Non è ancora chiara la dinamica. Sul posto stanno operando i carabinieri e gli agenti della polizia ferroviaria. Deceduto il 35enne Fortunato Calvino di Napoli e ferito in maniera grave il 41enne di Sapri Armando Ignacchiti. Entrambi operai delle Ferrovie dello Stato erano impegnati in normali lavori di manutenzione dei binari. Il 35enne napoletano è deceduto sul colpo, mentre il 41enne saprese è stato trasferito in gravi condizioni di salute presso l’ospedale “Immacolata” di Sapri. Sul posto dell’incidente, a poche centinaia di metri dalla stazione di Capitello, si è radunata una folla di curiosi.

AGGIORNAMENTO ORE 16.20

INCHIESTA FS PER CAPIRE DINAMICA


Rete Ferroviaria Italiana (gruppo Fs) ha aperto un'inchiesta per accertare le dinamiche dell'incidente verificatosi oggi nel Salernitano nel quale un operaio è morto ed un altro è rimasto ferito. "Alle 9.25 circa - secondo quanto riferisce una nota - due tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), durante le attività di manutenzione programmata del tratto di linea fra Sapri e Policastro, sulla linea Sapri - Battipaglia, sono stati investiti da un carrello di servizio di RFI che operava nei pressi della località Capitello. Le cause sono in corso di accertamento. Il carrello stava procedendo sul binario in cui la circolazione ferroviaria, come da protocollo, era interrotta. Uno dei due tecnici è morto poco dopo l'incidente, l'altro è rimasto ferito". "Alle 10.45 è ripresa, in senso alternato sull'unico binario operativo (in direzione Sud) - si aggiunge - la circolazione ferroviaria fra Sapri e Policastro. Il passaggio dei treni era stato sospeso subito dopo l'incidente per i rilievi del caso da parte dell'autorità giudiziaria. La sospensione della circolazione ha interessato 3 treni a media e lunga percorrenza e 3 regionali, comportando ritardi medi di circa 60 minuti". "Rete Ferroviaria Italiana e tutto il Gruppo Ferrovie dello Stato esprimono il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla famiglia del tecnico deceduto e la massima solidarietà al dipendente ferito", conclude la nota.

Commenta Stampa
di V.R.
Riproduzione riservata ©