Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Avrebbe spostato 14 milioni a Santo Domingo

Indagata la moglie di Dell'Utri per riciclaggio aggravato


Indagata la moglie di Dell'Utri per riciclaggio aggravato
18/09/2012, 11:21

PALERMO - La Procura di Palermo ha iscritto, nel registro degli indagati, Miranda Ratti, moglie di Marcello Dell'Utri, con l'accusa di riciclaggio aggravato. Secondo l'accusa, la donna avrebbe trasferito su un conto a Santo Domingo 14 dei 21 milioni ricavati dal senatore Pdl dalla vendita a Silvio Berlusconi della sua villa sul lago di Como. La vendita è tenuta sotto controllo dai magistrati perchè avvenne alla vigilia della sentenza della Corte di Cassazione che riguardava Dell'Utri e perchè il prezzo pagato è almeno il doppio dell'effettivo valore dell'abitazione, per cui si pensa che sia stato un escamotage per mascherare una estorsione. Un'ipotesi tutt'altro che campata in aria, visto che anche la sentenza della Cassazione, pur rimandando in secondo grado il processo, ha detto nelle sue motivazioni che Dell'Utri è stato un intermediario anche nei pagamenti che Berlusconi ha fatto a Cosa Nostra. 
L'indagine per ora è bloccata, dato che, per seguire che fine hanno fatto questi soldi, è stato necessario mandare una rogatoria internazionale nell'isola caraibica. Da notare che nel momento in cui viene fatto il trasferimento all'estero, Dell'Utri non è in Italia. Alcuni giornali, come Il Fatto Quotidiano, in quei giorni provarono a contattare il senatore al cellulare, ricevendo però un messaggio automatico (del tipo: "L'utente non è rintracciabile") in spagnolo. Dove era Dell'Utri? Forse proprio a Santo Domingo a ricevere i soldi per poi trasferirli altrove? O in un altro Paese del centro o del sud AMerica, per organizzare la propria latitanza in caso di condanna? DOmande alle quali per ora non c'è risposta.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©