Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Indagini coniugi sgozzati:gli assassini cercavano cassaforte

Uccisi in casa con un coltello da cucina

Indagini coniugi sgozzati:gli assassini cercavano cassaforte
20/08/2012, 11:16

Inizia a delinearsi il giallo sull’atroce omicidio dei due coniugi di Lignano Sabbiadoro. Rosetta Sostero, di 65 anni, e il marito Paolo Burgato, di 69, sono stati uccisi con una brutale tortura. Titolari di un negozio di articoli per la casa, i due coniugi erano rientrati in casa all’una di notte circa. Ad aspettarli nel piazzale antistante la loro casa i banditi, probabilmente due. Gli inquirenti hanno ipotizzato che gli omicidi hanno dapprima immobilizzato la donna, trascinando poi il marito ai piani superiori per trovare un’ipotetica cassaforte che avrebbe dovuto contenere idei soldi. Nessuna cassaforte: la notizia avrebbe scaturito l’ira dei banditi che hanno iniziato a colpire marito e moglie con un coltello da cucina. I Burgato sono stati ritrovati dal figlio in un mare di sangue, quando ormai non c’era più nulla da fare. L’uomo era stato avvertito da un commerciante, che non aveva visto i due coniugi aprire il negozio come di consueto. Il figlio della coppia è stato ascoltato a lungo dagli inquirenti, nel tentativo di ricostruire al meglio la vicenda.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©