Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dinamiche poco chiare. I magistrati aprono un’inchiesta

India: 4 cani randagi sbranano un paziente in ospedale


India: 4 cani randagi sbranano un paziente in ospedale
02/08/2011, 10:08

Un branco di cani randagi ha sbranato un paziente in un ospedale del distretto Kanpur, nel Nord dell’India. L’uomo, Sikandar Khan, 40 anni, era stato ricoverato in gravi condizioni dopo essere stato colpito da una scossa elettrica. Un testimone, come riporta oggi il quotidiano locale “Mail Today”, ha riferito che sabato notte 4 cani randagi si sono introdotti liberamente nel pronto soccorso del nosocomio, dove hanno attaccato Khan, aggredendo anche altri pazienti intervenuti per aiutarlo. “Sono corso ad avvertire medici e infermieri - ha spiegato un paziente ricoverato nello stesso reparto - ma loro mi hanno ignorato dicendo che i cani si sarebbero allontanati da soli. Quando sono tornato nella stanza, però, ho visto che i cani stavano ormai divorando il corpo”.
Sempre secondo il testimone, il cadavere non sarebbe stato rimosso per circa 3 ore e mezzo. A.K. Nigam, direttore dell’ospedale, inizialmente ha negato l’accaduto. Successivamente ha affermato che il corpo era stato dilaniato quando il paziente si trovava già nella camera mortuaria, infine ha spiegato che Khan era morto in ospedale alle 6 di domenica mattina e che mentre il cadavere si trovava ancora al pronto soccorso è stato aggredito dai cani. Non c’è nulla da dire sul fatto che si tratti di versioni molto contraddittorie e che giustamente non hanno convinto i magistrati, spingendoli ad aprire un’inchiesta. Resta da chiarire inoltre anche perché l’autopsia sia stata eseguita almeno 12 ore dopo la tragedia.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©