Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tribunale dell'Orissa libera la moglie del capo dei maoisti

India, ancora silenzio sul rilascio di Paolo Bosusco


India, ancora silenzio sul rilascio di Paolo Bosusco
10/04/2012, 19:04

INDIA –Paolo Bosusco, l’italiano rapito in India è ancora nella mani dei maoisti. Sulla sua liberazione non c’è alcuna novità. In realtà la speranza è arrivata oggi, quando un tribunale dell'Orissa ha prosciolto Subhashree Panda, moglie del capo dei maoisti. Secondo fonti che hanno seguito l'udienza alla decisione del giudice di rilasciare la donna, conosciuta come Mili, il pubblico ministero non si è opposto. La moglie di Panda, era nella lista dei 7 prigionieri di cui era stato chiesto il rilascio per la liberazione di Bosusco. Eppure in seguito al rilascio di Mili, nulla si è mosso. Il leader dei maoisti, Sabyasachi Panda, ha inviato un nuovo audio messaggio senza, però, fare alcun riferimento al prigioniero italiano. Quest’ultimo si è, piuttosto, soffermato a criticare la posizione dell'Associazione della polizia dell'Orissa, che ha rivolto minacce al governo in caso di liberazione di responsabili maoisti. Inoltre sostiene di non aver ricevuto il documento firmato, congiuntamente dai mediatori, ma di averlo letto dai media, confermando però le perplessità e la necessità di chiarimenti. La speranza è che nelle prossime ore, i maoisti possano decidere sul rilascio di Paolo.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©