Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Incappucciati hanno dato fuoco alle vetture e sono spariti

Infiltrati nel corteo degli "indignati", auto in fiamme


Infiltrati nel corteo degli 'indignati', auto in fiamme
15/10/2011, 15:10

ROMA - Era prevedibile che sarebbe successo, come avviene sempre quando c'è un corteo pacifico organizzato con successo. E così, nel mezzo del corteo degli "indignati" a Roma, che sta procedendo tranquillamente e senza problemi secondo il percorso indicato ed autorizzato in precedenza, ci sono stati degli infiltrati. Alcuni incappucciati, esterni al corteo, si sono infiltrati, hanno spaccato le vetrine di due banche e hanno dato fuoco a tre autovetture, situate davanti ad alcuni alberghi. Poi, nonostante le grida e le urla dei manifestanti, che li hanno insultati, si sono eclissati, senza che la Polizia muovesse un dito per fermarli. Solo dopo molti minuti, con inusitata lentezza, è intervenuto un mezzo dei Vigili del Fuoco che ha cominciato a spegnere le fiamme. Durante questa operazione, gli incappucciati sono tornati per aggredire i Vigili del Fuoco ed impedire loro di spegnere le fiamme, ma questo ha fatto arrabbiare i partecipanti al corteo, che hanno aggredito in massa gli incappucciati, costringendoli a ritirarsi.
Intanto la partecipazione appare superiore alle attese: secondo Rainews il mezzo del corteo riempie corso Cavour mentre la testa è già quasi arrivata a piazza San Giovanni. Basta guardare su Internet per vedere che la distanza è considerevole, per cui la stima fatta dal giornalista di 200-300 mila persone appare persino modesta.
Intanto il corteo cerca di proseguire aggirando le parti più turbolente, per raggiungere l'obiettivo, che è piazza San Giovanni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©