Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Procura indaga sugli scontri: la mano della camorra?

Infiltrazioni e gas Cs, nuove ombre su Terzigno


.

Infiltrazioni e gas Cs, nuove ombre su Terzigno
28/10/2010, 16:10

TERZIGNO - Le infiltrazioni della camorra negli scontri di Terzigno e l'utilizzo dei lacrimogeni al gas Cs durante le notti di guerriglia nei comuni del Vesuviano. Due scenari che avvelenano ulteriormente il clima di tensione nel territorio dove le proteste antidiscarica vanno avanti ormai da giorni: da una parte l'inchiesta della Procura antimafia sugli interessi dei gruppi criminali dell'area vesuviana ritenuti legati al cartello della cosca Fabbrocino; dall'altra le accuse del Movimento per la Difesa del Territorio Area Vesuviana, che denunciano l'utilizzo da parte della polizia di gas venefici per disperdere i manifestanti durante le cariche. Le indagini della magistratura, avviate dopo delle segnalazioni di carabinieri e polizia, ipotizzano che la consorteria criminale egemone sul territorio ai piedi del Vesuvio abbia schierato la propria manovalanza fatta da pusher nelle file della frangia più estrema dei manifestanti. Secondo le informative di polizia infatti gli spacciatori del Rione Piano Napoli avrebbero preso parte agli ultimi assalti agli uomini in divisa: ipotesi che farebbero dedurre addirittura un interessamento agli scontri di più clan operanti nella provincia di Napoli. I manifestanti che da giorni presidiano la rotonda Panoramica, intanto, respingono lo scenario tratteggiato dai pm del pool antimafia e mostrano alle telecamere i bossoli ritrovati durante le scorse ore per le strade di Terzigno e Boscoreale: involucri di lacrimogeni al Cs, ma anche di proiettili che sarebbero stati esplosi nelle notti di guerriglia per le strade. E mentre si mantiene il più stretto riserbo sulle indagini della Procura, ed i manifestanti annunciano che presenteranno il materiale raccolto agli inquirenti, Terzigno e Boscoreale si preparano ad una nuova marcia pacifica: il conferimento della spazzatura riprenderà tra circa 48 ore, in concomitanza con la manifestazione di sabato pomeriggio alla quale parteciperanno migliaia di persone.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©